home NG Primo Piano, NG Eventi DOLOMITI SULLE DUE RUOTE: PRONTI PER I BIKE-DAYS?

DOLOMITI SULLE DUE RUOTE: PRONTI PER I BIKE-DAYS?

by Sauro Scagliarini

Friday, June 16, 2017

Per gli appassionati di ciclismo praticato in montagna, o mountain bike lovers come si usa definirli oggi (e sono sempre di più quelli alla ricerca di un tracciato tutto in salita e di un’esperienza da sogno da vivere in sella a una due ruote) ecco l’avvicinarsi di una coppia di eventi imperdibili che hanno per sfondo il suggestivo scenario delle Dolomiti, e che sono, se vogliamo, un omaggio, benché all’acqua di rose, alle mitiche imprese del Giro d’Italia e più in generale alla storia del Ciclismo: domenica 18 giugno, appuntamento con la prima edizione del Dolomites Bike Day; domenica successiva, 25 giugno, sarà la volta invece,  del più rodato Sellaronda Bike Day.

 

Per l’occasione i passi delle Dolomiti saranno completamente chiusi al traffico in modo da garantire ai ciclisti con ogni livello di preparazione, di pedalare non solo in completa sicurezza ma anche scegliendo l’andatura loro più consona.

 

Non c’è obbligo di iscrizione: basta avere due gambe allenate, buoni polmoni, e una predisposizione al sano divertimento.

 

Due eventi, dunque, all’insegna del Wellness,  rivolti alle famiglie, e in generale,  a ragazze e ragazzi in cerca di svago e di relax, immersi nella natura, in una cornice maestosa che tutto il mondo ci invidia: quella dominata dalla cresta del monte Lagazuoi (Dolomiti orientali di Badia)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispetto a competizioni decisamente più impegnative, come il recente Hero Bike in Selva di Val Gardena,  in programma sino a sabato 17 giugno,  questo tipo di evento non prevede l’uso esclusivo di mountain bike professionali, e la corsa può iniziare da qualsiasi punto della valle circostante si sia scelto di trasformare in punto di partenza, immettendosi in un percorso che attraversa le tre province (e tre regioni) del territorio dolomitico circostante.

Scorcio su Valparola, nelle Dolomiti

 

Condicio sine qua non il senso di marcia unico, antiorario, affinché il flusso delle migliaia di ciclisti che interverranno alla manifestazione prenda una sola direzione.

 

Cartina delle località interessate dal percorso ad anello della prima edizione del Dolomites Bike Day

Dunque non esiste un luogo di partenza prestabilito. E se in molti sceglieranno di iniziare il percorso dai paesi che costellano l’incantevole regione dell’Alta Badia, altri, invece, sceglieranno di dare inizio al ‘bike-tour’ da località diverse, come l’incantevole Arabba, che conduce alla valle di Livinallongo, di una bellezza da fiaba nordica, attraversando, nell’aria frizzante, panorami di incontaminata bellezza come il Passo Campolongo, per poi proseguire a perdifiato verso il Passo Falzarego e successivamente il Passo Valparola, e infine chiudere l’anello, tornando in Alta Badia, visitando località di una bellezza incontaminata come La Villa, Corvara e la stessa Badia,  (dall’aspetto incantevole) completando così uno splendido ed emozionante tragitto.

Il percorso impegnativo e suggestivo del Sella Ronda sulle Dolomiti

 

Si attraverseranno, infatti, i  parchi naturali Puez Odle  e Fanes-Senes-Braies, in una ‘full immersion’ nello straordinario e incantevole paesaggio delle Dolomiti, dichiarate, non a caso, Patrimonio Mondiale UNESCO (dal 2009 ndr).

 

Per chi, invece,  interpreterà l’impresa  in maniera decisamente più sportiva,  non potrà fare a meno di immedesimarsi nel gesto atletico dei campioni che hanno scalato gli stessi passi durante l’ultimo Giro d’Italia o pensare di riflesso al percorso della celebre Maratona delle Dolomiti che comprende il percorso identico.  Per la cronaca, il Dolomites Bike Day, benché aperto a tutti, richiede pur sempre una certa dose di impegno. Sono le stesse cifre a ricordarlo: il percorso ha una lunghezza complessiva di 51 km  per un dislivello pari a 1.290m. Da effettuare in totale sicurezza, grazie alla completa chiusura al traffico stabilita tra le ore 10.00 e le ore 15.00.

Domenica 25 giugno, si replica con il Sellaronda Bike Day, evento anch’esso dedicato agli appassionati delle due ruote, e più in generale delle Dolomiti, giunto felicemente al traguardo della dodicesima edizione. Chi intende partecipare si prepari a pedalare come su una ciclabile cittadina: erano assiepati al via ben 22.000  ciclisti nell’edizione precedente e ci sono tutti i presupposti che questo numero aumenti, visto il successo che suscitano manifestazioni di questo genere.

 

Benché lo sciame di ciclisti sia sempre più  numeroso, gli unici rumori che si percepiranno lungo i tornanti di montagna, c’è da immaginarselo, saranno quelli del flebile fruscio delle catene sugli ingranaggi e qualche inevitabile respiro affannoso per i meno allenati alle salite.

 

Caratterizzato da curve e tornanti che si avvitano lungo i fianchi ripidi della montagna, il percorso attraverserà passi ben noti agli appassionati di ciclismo, come il Gardena e in successione il Sella il Pordoi e il Campolongo. Per accedere al Sellaronda i ciclisti potranno partire a scelta dalla Val Gardena, dalla Val Badia, dalla Val di Fassa e da Arabba.

 

La lunghezza complessiva sarà di 63 km con un dislivello totale di 1.780m. La chiusura totale ai mezzi a motore avverrà dalle ore 8.30 alle ore 15.30. Ma insieme alla fatica e al sudore non mancherà una nota ‘glamour’: acquistando la Tshirt  ufficiale delSellaronda Bike Day” si parteciperà alla raccolta dei fondi in favore della Fondazione Umberto Veronesi per  il nobile progetto “Gold for kids” finalizzato all’oncologia pediatrica.

Sarà reperibile in alcuni negozi delle valli interessate o nell’online shop della Val Gardena: www.valgardena.it

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Informativa
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Privacy Policy

Chiudi